Marinai di terra, da oltre un secolo tra le onde dei filari

Da una vallata ad alta intensità vitivinicola, li vedi procedere con il vento in poppa. Sono 180 marinai di terra, con un storia da raccontare.

Il loro viaggio è avventura, scienza, tecnica, ma anche geografica e tanta – davvero tanta – poesia. Navigano tra 600 ettari di filari, in un angolo della Sicilia Occidentale, tra Marsala, Mazara del Vallo, Salemi, Trapani , un luogo ameno la cui bellezza rallegra lo spirito.

Uomini e donne e la loro grande passione per la coltivazione della vigna e per la valorizzazione del territorio. Insieme sono Cantina Chitarra

Tutto inizia nel lontano 1914, quando un gruppo di otto audaci viticoltori – proprietari di diversi ettari di terreno – si fa promotore di un progetto, finalizzato ad unire winemaker e appassionati della cultura del vino nel segno di tratti distintivi, quali etica, appartenenza territoriale e qualità.

 

I valori diventano ben presto la bussola per intraprendere il viaggio made in Sicily,  orientando scelte e azioni, tracciando la nascita e dunque la direzione di una cantina, le cui radici, come quelle del terreno, nutrono e danno energia. 

La filosofia Cantina Chitarra è racchiusa nelle collezioni di vini Il Gattopardo, Baglio Chitarra e Art in Box. Tre selezioni, espressione di collaborazione e di gioco di squadra, che definiscono chiavi di lettura singolari per una storia più che centenaria: nel vino nobiltà e identità, musica e percezione, arte e creatività.

E tutto avviene nel rispetto della sostenibilità. A testimonianza di quanto, nella valorizzazione del territorio, sia importante l’impegno quotidiano green, il solo in grado di preservare la bellezza e la qualità di vini dotati di forte personalità e manifestazione autentica del terroir di appartenenza.